Giornata mondiale della prematurità

Ma ünnepeljük a koraszülötteket és családjaikat több mint 60 országban.
Bár az orvostudomány fejlődésének köszönhetően a koraszülött babák túlélési, illetve, a teljesen egészséges életre való esélyei nagyságrendekkel jobbak, mégis, életük első időszaka mind nekik, mind családjaiknak hatalmas kihívást jelent. Ez a nap, arról szól, hogy támogassuk ezeket a családokat, lélekben vagy tettekkel! Erről olvashattok egy cikket, alatta olasz-magyar szószedettel!

La Giornata mondiale della prematurità, celebrata il 17 novembre dal 2011 in più di 60 Paesi, ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un problema allarmante spesso sottovalutato, dando voce alle famiglie dei piccoli pazienti che lottano per la vita.

In Italia, secondo il Ministero della Salute, nascono ogni anno oltre 30.000 prematuri (il 7% del totale). La Società Italiana di Neonatologia ha però rilevato che nelle donne che nel nostro Paese hanno contratto la covid durante la gravidanza, la prematurità ha avuto un‘impennata, con il 19,7% di nascite pretermine.

Purtroppo, nonostante i progressi della medicina, grazie ai quali sempre più spesso i nati prematuri riescono a sopravvivere, il killer numero uno dei neonati è ancora la nascita prematura. I bambini che nel mondo nascono prima delle 37 settimane di gestazione, sono circa uno su dieci, 15 milioni l’anno: oltre un milione di loro muore, spesso nelle prime ore di vita, per complicazioni collegate alla prematurità, dai problemi respiratori all’immaturità degli organi.

Perché a un certo punto della gravidanza, in alcune donne si innesca il parto prematuro? Gli scienziati non hanno ancora una risposta precisa. Si conoscono i fattori di rischio, che nei Paesi in via di sviluppo e in quelli sviluppati sono completamente diversi. Nei Paesi poveri, sono soprattutto le infezioni della madre durante la gravidanza e le condizioni di vita pesanti a contribuire al rischio; in quelli ricchi, invece, influisce l’età sempre più avanzata della madre, l’uso delle tecniche di riproduzione assistita, e fattori come l’ipertensione e l’obesità.

In diversi centri di ricerca si stanno dedicando risorse e attenzione crescente alla comprensione del problema e alle misure di prevenzione. Sono per esempio in corso studi per individuare dei marcatori biologici che, con un esame del sangue o dell’urina, possano individuare in modo più attendibile le donne maggiormente a rischio.

Trent’anni fa, la maggior parte dei bambini nati a 28 settimane di gestazione, dodici settimane prima del tempo, non sopravviveva oltre il primo anno. Oggi, il 90 per cento ce la fa, anche se questa percentuale vale per i Paesi sviluppati. La situazione è diversa nei Paesi poveri, ma ci sono “tecnologie” che sembrano funzionare ovunque. Per esempio, la cosiddetta tecnica della madre canguro, che consiste nel tenere il bambino a stretto contatto di pelle con la madre, sembra per esempio contribuire alla sopravvivenza dei neonati prematuri, come anche l’allattamento al seno, o la disponibilità di dispositivi semplici per la ventilazione meccanica.

Fonte: Focus

GLOSSARIO italo-ungherese:

la prematurità – koraszülöttség

sensibilizzare – érzékennyé tenni

l’opinione pubblica – közvélemény

allarmanteijesztő

sottovalutato (sottovalutare) – alulbecsül(t)

lottareküzdeni, harcolni

prematuro – koraszülött

rilevare – felfed

contrarreelkapni

l’impennata – hirtelen megugrás

sopravvivere – túlélni

la gestazione – terhesség

respiratorio – légzőszervi

l’organo – szerv

innescar – okoz

il fattore di rischio – rizikófaktor

l’infezionefertőzés

contribuire ahozzájárul vmihez

influire – befolyásol

le tecniche di riproduzione assistita – asszisztált reprodukciós technikák (mesterséges megtermékenyítés)

l’ipertensione – magas vérnyomás

l’obesità – túlsúlyosság

la risorsaerőforrás

il centro di ricerca – kutatóközpont

le misure di precenzione – megelőző intézkedések

il marcatore – marker, mutató

un esame del sangue o dell’urinavér-vagy vizeletvizsgálat

attendibileattendibile

farcela – sikerül neki

la percentuale – százalék

valere per – valamire érvényes

la tecnica della madre canguro – kengurutechnika

l’allattamento al seno – szoptatás

la ventilazione meccanica – gépi lélegeztetés